Live dallo Spazio Mono

Vi potrei spiegare cos’è lo Spazio Mono.

Vi potrei dire come sta collaborando con Radio Gwendalyn.

Potrei anche farvi sapere cos’è la Risonanza Rec.

Ma è meglio ve lo dica Ronnie Rodriguez, a capo di Risonanza Rec e co-gestore del Mono. L’abbiamo intervistato, e così ha risposto:

 

Che cos’è lo Spazio Mono e quando è stato fondato?

 

“Lo Spazio Mono è nato da una chiacchierata a tarda notte in mezzo alla strada, da quella discussione era saltata fuori la possibilità di subentrare nello spazio in città vecchia a Locarno dove a dicembre la libreria Kon-tiki avrebbe smesso le proprie attività.

E in poco tempo, come quasi mai accade, le cose si sono concretizzate e abbiamo così creato uno spazio condiviso dal nome Mono.

Questo spazio in breve tempo si è riempito di proposte che vanno dai acustiche alle serate proiezione, passando dalla Notte Bianca e per finire il MonoFestival, un piccolo festival acustico durante il festival del film, dove abbiamo avuto un riscontro oltre le nostre, già buone, aspettative.”

(www.monolocarno.ch)

 

Com’è nata la collaborazione con Radio Gwen?

 

“La collaborazione con Gwen è nata principalmente dal Gwenstival, poiché nelle scorse edizioni abbiamo aiutato a mettere in piedi la serata dei concerti d’apertura che si svolgevano alla Fabbrica di Losone.

Dopodiché è nata la nostra trasmissione Musica per Camionisti come contributo a Radio Gwen, una trasmissione che vede di volta in volta un ospite che porta e propone 10 brani e si parla in modo aperto di musica o quello che capita, il tutto senza filtri ne tagli.

E da ultimo per questa quinta edizione del Gwenstival abbiamo realizzato 14 pillole da 10 minuti ciascuna dove cerchiamo, attraverso delle interviste, di mappare culturalmente il locarnese.”

(www.soundcloud.com/musicapercamionisti)

 

Stai lavorando a nuovi progetti?

 

“Il progetto principale ora consiste nell’apertura (13 dicembre) del MonoBar a Locarno, un bar si ma prima di tutto un luogo dove potremo dare una “casa” stabile alle nostre attività, in special modo quelle legate ai concerti e alla musica in generale, cercando di continuare e mantenere l’impostazione e direzione delle cose fin’ora fatte.

Poi continueremo a portare avanti il progetto dello spazio condiviso Mono, quando la libreria lascerà lo spazio a dicembre vorremo riuscire ad aprirlo alle persone, anche esterne, che vogliono utilizzarlo per progetti e riempirlo così di contenuto.”

 

Tu sei a capo della Risonanza Rec, un’etichetta indipendente. Raccontaci quando è nata e che genere di musica propone.

 

“L’etichetta è nata nel 2009 e da allora proponiamo circa 20 concerti all’anno, facciamo da collante per i gruppi che vogliono esserci e che condividono le nostre idee, con qualche uscita quando si riesce, tra le quali segnalo volentieri la compilation Vol.1.

Però l’etichetta è più che altro un gruppo di persone che, quando ne vede l’opportunità, tenta di mettere in movimento le cose e raggruppa diverse attività sempre legate alla musica e più ampiamente alla cultura.”

(www.risonanzare.ch)

 

 

È stato chiaro.

Domenica dalle 18:00 alle 19:00 ci sarà una LIVE dallo Spazio Mono.

Non perdetela, mi raccomando.

 

MC